Home

Chi siamo

Il gatto norvegese

Il chihuahua

Il pastore del Caucaso

I miei gatti

I miei cani

Cuccioli di gatto

Cuccioli di cane

Contatti

Galleria

Il pastore del Caucaso

Il pastore del Caucaso è un molossoide di razza naturale proveniente dalla catena montuosa del Caucaso, a metà strada fra il Mar Nero ed il Caspio. Negli ultimi 30 anni sono stati accoppiati soggetti con ottima gestibilità, facilità di addestramento e con ottima disposizione al lavoro.

E’ un cane di grande mole con taglia superiore alla media e di robusta costituzione, di natura diffidente nei confronti degli estranei e con un ottimo fiuto.

Il suo nemico storico era il lupo, animale estremamente intelligente ed astuto, misurarsi con lui ha fatto sì che abbia sviluppato un’autonomia decisionale spesso scambiata per testardaggine.

Quando si osserva questo cane si nota subito l’intelligenza, la maestosità e la bellezza forgiata dalla durezza delle condizioni climatiche dei luoghi di origine.

Nello sguardo troverete ghiaccio e fuoco ma, se è quello del vostro cane, anche dedizione e complicità ma mai sottomissione: un caucaso non ha bisogno di un padrone a cui obbedire ma di un capobranco da rispettare. Ha una naturale predisposizione alla guardia ed alla difesa del suo territorio e di tutti i componenti del suo nucleo familiare sia umani che animali.

La coda ha un'attaccatura alta e pendente verso il basso con forma di falce o di uncino, la parte terminale può chiudere ad anello. I colori prevalenti sono il grigio di varie sfumature, rossiccio, paglia, bianco, bruno-rossastro, pezzato o maculato. Il colore nero è considerato un gravissimo difetto. Il mantello è dritto e ruvido, con sottopelo fitto. Esistono tre varietà: a pelo lungo con criniera, a pelo lungo senza criniera ed a pelo corto. Gli occhi sono piccoli, di forma ovale e colore scuro. Le orecchie sono poste in alto e fino a qualche anno fa tagliate corte. La testa è massiccia e larga, con assi cranio-facciali paralleli mentre i piedi sono grandi ed ovali, compatti e chiusi.

Il Pastore del Caucaso è pronto a dare tutto al suo proprietario, ma disponibilità e ubbidienza sono concesse con totale abnegazione soltanto a patto che il leader umano non metta in atto coercizioni, che il cane non comprenda o ritenga non accettabili. È bene impartirgli un addestramento anche sommario sin dai 4/5 mesi di età, cosicché il cane cresca con l'educazione. I suoi pasti devono essere abbondanti e molto proteici, data la sua notevole mole. Durante lo sviluppo è bene tenere sotto controllo i livelli di calcio e fosforo, perché l'apparato scheletrico possa svilupparsi nel modo più corretto ed adeguato alla mole. Finché il cane è piccolo si consiglia, sempre data la mole, di evitare salti o altri esercizi fisici che sollecitino eccessivamente gli arti posteriori.

Spazzolate periodiche sono sufficienti per eliminare il pelo morto e per mantenere in ordine il mantello. I bagni, se non necessari, devono essere possibilmente evitati. Si consiglia di abituare il cane fino da piccolo a getti d’aria per l’asportazione del pelo morto e delle impurità. Il sottopelo molto fitto rende difficile la pulizia in profondità.

A seguire un interessante documento dellla Federation Cynologique Internationale

 

 

 

 

FCI  Standard  N° 328 / 02.03.2011    CANE DA PASTORE DEL CAUCASO

ORIGINE: Russia 

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 13.10.2010

 

UTILIZZAZIONE: cane da guardia e vigilanza

CLASSIFICAZIONE  F.C.I.

Gruppo 2 Cani tipo Pinscher e Schnauzer,  Molossoidi e Bovari Svizzeri

Sezione 2.2 Molossoidi,Tipo cane da montagna, Senza prova di lavoro

 

BREVE CENNO STORICO: Si pensa che il pastore del Caucaso (CSD) sia una razza che tragga le sue origini dagli antichi cani del Caucaso. La razza è diffusa nei territori che si estendono dalla catena del Caucaso alle regioni delle steppe della Russia del Sud. L’evoluzione della razza non fu soltanto il risultato di una selezione naturale ma fu anche influenzata dai popoli che abitarono la Regione del Caucaso. Storicamente i Cani da pastore del Caucaso venivano usati per la guardia e per tenere al sicuro le mandrie, le greggi e le abitazioni dai selvatici e dai predatori. La prima citazione di un grosso molossoide usato dall’armata dello Zar dell’Armenia Tigran II risale al primo secolo a.C. Il lavoro di selezione sulla razza iniziò nell’ USSR nel 1920, e nel processo di selezione vennero curate qualità irrinunciabili come potenza fisica, fiducia in se stessi, mancanza di paura, udito finissimo, buona vista, e un fitto mantello impermeabile. Tutte queste qualità, così come la resistenza, permettono di usare il Pastore del Caucaso in tutte le condizioni climatiche, comprese le più inclementi.

 

ASPETTO GENERALE: Il Pastore del Caucaso è un cane armoniosamente costruito, grande, forte, con massiccia ossatura e un potente sistema muscolare; di forma leggermente rettangolare. Il dimorfismo sessuale è ben pronunciato. I maschi sono mascolini, con garrese ben sviluppato e una testa più grande di quella delle femmine. Sono anche più massicci, più grossi e spesso più corti nel corpo delle femmine. Nei soggetti della varietà di pelo più lungo i maschi hanno una criniera distintamente pronunciata.

PROPORZIONI IMPORTANTI: La lunghezza del corpo supera l’altezza al garrese del 3 – 8 %. La lunghezza degli arti anteriori misura in media 50 – 52% dell’altezza al garrese. La lunghezza del cranio sta alla lunghezza del muso come 3:2.

 

COMPORTAMENTO-CARATTERE: Comportamento fermo, attivo, sicuro di sé, senza paura e indipendente. Il Pastore del Caucaso mostra un attaccamento devoto al suo padrone; è un eccellente cane da guardia.

 

TESTA

REGIONE DEL CRANIO:

La testa è larga, massiccia e larga agli zigomi; vista dall’alto ha la forma di un cuneo dalla base larga .

Cranio: massiccio e ampio; fronte quasi piatta, con marcata ma non profonda sutura metopica. Arcate sopraccigliari sviluppate ma non sporgenti. Osso occipitale irrilevante

Stop: percettibile ma non  chiaramente marcato

 

REGIONE DEL MUSO:

Tartufo: nero, largo con corrette narici aperte, non sporgente dal profilo del muso. Un tartufo nero nei monocolori, nei cani macchiati o pezzati è desiderabile ma non obbligatorio (ma il tartufo blu genetico o fegato non è ammesso)

Muso: ampio e alto, gradualmente si assottiglia verso il tartufo; con mascelle e mento forti; grande profondità ed è ben pieno sotto gli occhi. La canna nasale è ampia. Le linee superiori del cranio e del muso sono parallele

Labbra: spesse, strettamente aderenti, ben pigmentate

Mascelle/denti: i denti dovrebbero essere sani, bianchi, forti; gli incisivi sono vicini gli uni agli altri e posizionati su di un’unica linea. Completa chiusura a forbice o a tenaglia ( 42 denti). Incisivi o canini danneggiati , rotti o rovinati che non alterano l’uso della chiusura non portano conseguenze, come pure l’assenza dei PM1

Guance: ben sviluppate ed enfatizzate da muscoli masticatori ben pronunciati

Occhi: di misura moderata, di forma ovale; non tropo infossati, grandi e obliqui. Il colore ha diverse sfumature di marrone, dal marrone scuro al nocciola. Le palpebre sono nere, asciutte e strettamente aderenti. L’espressione è seria, attenta e curiosa

Orecchi: di misura moderata, spessi, triangolari, naturalmente pendenti, inseriti alti e distanziati. La parte interna dell’orecchio è strettamente aderente alle guance. Gli orecchi vengono tradizionalmente tagliati nel paese d’origine. Gli orecchi integri sono valutati allo stesso modo

COLLO: di media lunghezza, possente; inserzione bassa; rotondo in sezione. Criniera pronunciata specialmente nei maschi.

CORPO: Molto ben sviluppato in tutte le dimensioni; ampio, ben muscoloso e ben proporzionato. Garrese: ben pronunciato, moderatamente lungo. L’altezza al garrese supera leggermente l’altezza alla groppa

Dorso: diritto, ampio, fermo

Rene: corto, ampio, leggermente arcuato

Groppa: moderatamente lunga, ampia, arrotondata, leggermente spiovente verso la radice della coda

Torace: lungo,ampio, con buone costole,  disceso in generale come nella sua parte frontale; in sezione ha la forma di un ampio ovale. Costole ben cerchiate, false costole lunghe. Il petto è evidenziato

Linea inferiore/ventre: ventre moderatamente retratto verso il posteriore

CODA: inserita alta, curva a falce o arrotolata. A riposo è pendente, e arriva al garretto; in attenzione può essere portata al di sopra della linea dorsale.

ARTI

ANTERIORI :

Aspetto generale: ben muscolosi. Visti dal davanti: gli arti, ben distanziati, sono diritti e paralleli

Spalla: fortemente muscolosa. Moderatamente lunga, ampia, obliqua (forma un angolo di circa 100 gradi col braccio). Le scapole sono aderenti al torace

Braccio: forte e muscoloso, ben aderente

Gomito: posizionato ben all’indietro su assi paralleli; non deviato in fuori né in dentro

Avambraccio: diritto, massiccio, moderatamente lungo, ben muscoloso, di sezione rotonda

Metacarpo: corto, massiccio, quasi diritto se visto dal davanti e di lato

Piedi anteriori: Larghi, di forma rotonda, ben arcuati, ben chiusi

 

POSTERIORI :

Aspetto generale: visti da dietro diritti, paralleli e moderatamente distanziati. Visti di lato le ginocchia e i garretti sono sufficientemente ben angolati. I posteriori non dovrebbero  essere piazzati  troppo all’indietro

Coscia: larga, ben muscolosa, moderatamente lunga

Ginocchio:    sufficientemente ben angolato

Gamba: ampia, ben muscolosa, moderatamente lunga

Garretto: largo e asciutto, sufficientemente ben angolato; fermo, non deviato in dentro né in fuori

Metatarso:   non lungo, massiccio; visto dal dietro e di lato è quasi diritto

Piedi posteriori: Larghi, di forma rotonda, ben arcuati, ben chiusi

ANDATURA: movimento libero, elastico, calmo, con buona spinta dai posteriori. Buona stabilità in tutte le articolazioni e con buon coordinamento. Il trotto tende ad essere il movimento tipico. Il garrese e la groppa devono restare allo stesso livello, e la linea dorsale in movimento è relativamente ferma.

PELLE: spessa, sufficientemente elastica, senza alcuna piega o ruga.

 

MANTELLO

 

PELO:

Diritto, grossolano, separato, con un sottopelo molto sviluppato. La lunghezza del pelo di guardia, come pure il sottopelo, non dovrebbe essere meno di 5 cm. Sulla testa e gli anteriori il pelo è più corto e più fitto. La coda è completamente ricoperta di pelo denso e sembra di fitta pelliccia. Il pelo esterno più lungo forma “spazzole” sugli orecchi, una “criniera” attorno al collo e “culottes” sul posteriore delle cosce.

 

COLORE:

Qualsiasi monocolore, colore screziato o a macchie. Tranne che per il monocolore nero; nero slavato o nero con ogni combinazione o blu genetico o fegato.

 

TAGLIA E PESO

 

ALTEZZA AL GARRESE:

Maschi altezza desiderabile 72 – 75 cm minimo 68 cm

Femmine altezza desiderabile 67 – 70 cm minimo 64 cm

È accettata una statura maggiore, sempre che la struttura sia armonica

 

PESO:

Maschi minimo 50 kg Femmine minimo 45 kg

 

DIFETTI: qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerata difetto e la severità con cui questo difetto sarà penalizzato deve essere proporzionata alla sua gravità e agli effetti sulla salute e il benessere del cane

DIFETTI GRAVI:

Troppo leggero o grossolano nella costruzione

Mancanza di fiducia in se stesso

Deviazione dal dimorfismo sessuale

Tesa piccola in proporzione col corpo; leggera, stretta, lunga, grossolana; testa a mattone o a mela

Stop brusco

Muso a canna nasale discendente; a canna nasale concava, o muso appuntito

Denti troppo piccoli; troppo distanziati; incisivi non posizionati in una sola linea; qualsiasi deviazione dalla formula dentaria (tranne che per la mancanza dei PM1)

Zigomi insufficientemente marcati

Occhi larghi; sporgenti, molto chiari; congiuntiva visibile; palpebre cascanti

Orecchi larghi; sottili o inseriti troppo bassi

Linea superiore convessa o insellata; lunga, rene concavo o arcuato; groppa più alta del garrese

Corpo nel quadrato; troppo raccolto; troppo lungo; stretto sia nell’anteriore che nel posteriore; troppo alto sugli arti; torace molto corto, piatto o non profondo; groppa corta o avvallata.

Coda corta

Ossatura muscoli e legamenti deboli

Angolazioni non corrette

Anteriore arcuato

Movimento non  bilanciato

Mancanza di spinta nel posteriore

Mantello molto morbido; arricciato; pelo di guardia molto corto o mancanza di sottopelo

 

DIFETTI ELIMINATORI:

Soggetti aggressivi o eccessivamente timidi

Qualsiasi cane che mostri chiaramente anomalie d’ordine fisico o comportamentale sarà squalificato

Qualsiasi deviazione dalla chiusura richiesta

Formula dentaria incompleta (assenza di qualsiasi dente tranne i terzi molari M3 o dei primi premolari  PM1)

Entropion

Occhi gazzuoli; blu scuro; sfumature verdi o occhi di colore diverso.

Coda tagliata

Ambio costante o impossibilità di stabilizzare il movimento

Color nero in ogni variante; unicolore; diluito; screziato, macchiato o che forma sella (eccetto che per la maschera)

Colore blu genetico in ogni variazione e sfumatura

Tartufo, labbra e rime palpebrali pigmentati di grigio-bluastro

Color marrone genetico in ogni variante e sfumatura

Tartufo, labbra e rime palpebrali  marrone genetico

Focature nei cani neri, blu o marroni

Altezza al disotto del minimo

Gravi deviazioni dal dimorfismo sessuale nei maschi

 

N.B. I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente discesi nello scroto.

Casella di testo: Torna su